Cerca nei Numeri Cartacei del Corriere di San Nicola
numeri precedenti -
Numero Storico 27 - Aprile 2004 - Home 15 aprile 2021 01:35:59




Per ricordare Mimmo...Lunedi 28 giugno, alle ore 19, presso il Duomo di Caserta, Mons. Antonio Pasquariello officerà una cerimonia religiosa in suffragio di DOMENICO SPARANO, amatissimo cognato-“fratello” del ns. direttore, prematuramente scomparso il ventotto maggio.



Questa sera Gabriella D'Ambrosio su Prima Rete
.



Nuovo Mercato e Piscina comunale: una “sfida” a suon di grandi progetti!



Europee: la soddisfazione di AN "sannicolese"
.



Giano Vetusto: tempo di “Biennale”



<< Successiva Precedente >>


IN QUESTO NUMERO


POLITICA

Ma dov'è questa Città?
"Perchè votare un documento fantasma"?
La "Città" non è un punto di arrivo
No, Pasquale, non farlo!
Sannicolesi tartassati
Primarete si dissocia


VARIE




ARTE


SPETTACOLI


SPORT

E chi lo ferma più?
"Maratonina", atto secondo
"RINASCITA" di nome e di fatto!
Le nozze d'Oro della "Maddalena"
Si conclude il Primo "Memorial Santucci"
Scuola "Mazzini", basket vincente!


LAVORO




AUGURI


POESIA

Scade il 15 aprile il termine per la presentazione delle opere per il 2° Premio Nazionale di Poesia “Termopili d’Italia” di Castelmorrone

Poeti al giudizio degli studenti

Pilade Bronzetti: chi era costui?
Non molto sappiamo, forse, dell’eroe al quale è intitolata una delle più vecchie strade di San Nicola la Strada…
Ma c’è chi ci ha pensato!
A lui, infatti, è dedicato uno dei più giovani ed interessanti premi di poesia della provincia, precisamente il “TERMOPILI D’ITALIA” di Castelmorrone, che vuole ricordare l'appellativo che Giuseppe Garibaldi diede dello scontro di Morrone del primo ottobre del 1860, allorquando Pilade Bronzetti,"novello Leonida", difese la posizione assegnata "fino agli estremi" consentendo la
vittoria dei garibaldini nella battaglia del Volturno.
"…Le ragioni politiche per una condanna all'oblio di Pilade Bronzetti -si legge nel volume "Pilade Bronzetti un bersagliere per l'Unità d'Italia " scritto dal prof. Alessandro Marra ed edito dalla Franco Angeli- esistevano ed erano, quindi, molteplici: il giovane patriota era un ardente garibaldino, non avverso ai principi democratici e, soprattutto, originario di una terra irredente; la sua figura, simbolo del patriottismo tridentino, era stata, inoltre, dal movimento irredentista, innalzata a prezioso strumento di pressione e di lotta politica, in particolare dagli anni ottanta del secolo scorso… "
Il concorso, giunto alla seconda edizione, è patrocinato dal comune di Castelmorrone e dall’ Istituto Comprensivo “Giovanni XXIII” della stessa città e ha una caratteristica che lo rende peculiare ed originale rispetto a tante altre analoghe iniziative promosse in Terra di Lavoro: a giudicare le opere partecipanti, oltre ad una commissione di esperti, saranno gli alunni della terza media di Castelmorrone. Si tratta, dunque, di un progetto didattico di notevole interesse, che vede protagonisti i giovanissimi studenti, chiamati, prima, a “studiare” le liriche ammesse al concorso, apprendendone dal vivo la grammatica, la logica e la sintassi, e, dopo, a deciderne le più meritevoli.
Un modo, insomma, ideato dall’avv. Michele Marra, per avvicinare gli studenti all’arte e alla poesia, sperimentandone didatticamente un più facile approccio alla cultura e saldare un ponte tra i poeti e le nuove generazioni.
Il premio è a "TEMA LIBERO" ed è aperto alla partecipazione di tutti gli autori di ogni nazionalità, razza, religione e sesso, i quali hanno l'obbligo di inviare liriche in lingua italiana.
Possono partecipare al premio poesie sia edite che inedite senza alcuna limitazione.
Ogni autore può inviare un numero di poesie a libera scelta.
Di ogni poesia inviata al Premio ne sono richieste cinque copie, di cui una sola con la firma, indirizzo e dati personali dell'autore.
E' richiesto un contributo di partecipazione alle spese di organizzazione di cinque euro per ogni poesia inviata. L'importo dovrà essere inviato in contanti con gli elaborati oppure tramite vaglia postale indirizzato a: FRANCESCA PRATA - SEGRETERIA PREMIO "TERMOPILI D'ITALIA " - VIA NICCHIO -81020 CASTEL MORRONE (CE).
Le opere e le quote di partecipazione dovranno essere inviate improrogabilmente entro il 15 aprile 2004 (farà fede il timbro postale).
La premiazione avverrà alla conclusione dell'anno scolastico 2003, dopo gli esami di terza media, nel mese di Luglio 2003 in Castel Morrone.

Ecco i premi in palio:
1° classificato -QUADRO D'AUTORE e targa;
2° classificato -QUADRO D'AUTORE e targa;
dal 3° al 10° classificato –targa.
Le targhe che saranno consegnate avranno la denominazione delle frazioni che compongono il Comune di Castel Morrone: SAN MAURO, TORONE, PIANELLI, BALZI, ANNUNZIATA, SANT'ANDREA, CASALE, GROTTOLE, LARGISI E GRADILLO.
Sono previste Targhe e Coppe da parte di Enti ed Associazioni che si renderanno noti al momento della premiazione.
Una commissione giudicatrice tecnica, composta dai critici letterari GIORGIO AGNISOLA, VINCENZO BATTARRA e ALDO CERVO, selezionerà, tra le liriche pervenute al concorso, una che sarà premiata con il premio speciale "CARDINALE LUIGI LAVITRANO" per ricordare la figura del prelato che, nato ad Ischia, visse gli anni della giovinezza e dello studio a Castel Morrone, presso l'Istituto Figlie delle Carità, prima di diventare Cardinale di Palermo .
Un altro premio speciale, infine, intitolato a MATTEO RENATO IMBRIANI, sarà assegnato da una giuria popolare.
Ogni lirica, insomma, concorre a tre distinte selezioni con tre distinte giurie: una “allettante” esperienza che vale veramente la pena di vivere.
Auguri a tutti i partecipanti!


© Copyright Corriere di San Nicola. 2000, 2003 - Tutti i diritti sono riservati.