Cerca nei Numeri Cartacei del Corriere di San Nicola
numeri precedenti -
Numero Storico 27 - Aprile 2004 - Home 22 gennaio 2021 13:47:40




Per ricordare Mimmo...Lunedi 28 giugno, alle ore 19, presso il Duomo di Caserta, Mons. Antonio Pasquariello officerà una cerimonia religiosa in suffragio di DOMENICO SPARANO, amatissimo cognato-“fratello” del ns. direttore, prematuramente scomparso il ventotto maggio.



Questa sera Gabriella D'Ambrosio su Prima Rete
.



Nuovo Mercato e Piscina comunale: una “sfida” a suon di grandi progetti!



Europee: la soddisfazione di AN "sannicolese"
.



Giano Vetusto: tempo di “Biennale”



<< Successiva Precedente >>


IN QUESTO NUMERO


POLITICA

Ma dov'è questa Città?
"Perchè votare un documento fantasma"?
La "Città" non è un punto di arrivo
No, Pasquale, non farlo!
Sannicolesi tartassati
Primarete si dissocia


VARIE




ARTE


SPETTACOLI


SPORT

E chi lo ferma più?
"Maratonina", atto secondo
"RINASCITA" di nome e di fatto!
Le nozze d'Oro della "Maddalena"
Si conclude il Primo "Memorial Santucci"
Scuola "Mazzini", basket vincente!


LAVORO




AUGURI


CINEMA

Dopo tanti rinvii, ecco giunto il momento tanto atteso: il 23 aprile, al Cinema San Marco di Caserta, la prima assoluta di “Promessa di matrimonio” con il “nostro” Vittorio Di Tommaso

L'esordio del "professore"
Dopo tanti rinvii, finalmente è giunto il momento.
Venerdì 23 aprile, alle ore 20.30, al cinema San Marco di Caserta, ci sarà la “prima” dell’attesissimo film “Promessa di matrimonio”, tra i cui interpreti ammireremo il notissimo artista compaesano Vittorio Di Tommaso, copromotore del Corriere di San Nicola ed eccellente attore e cabarettista di fama regionale e nazionale.
Il primo “ciak” del “professore” è tutto da vedere, come l’eccezionale interpretazione di un cast di attori di tutto rispetto, quali Franco Pinelli, Luciano Piccolo, Ida Anastasio, Antonio Di Nota, Giulio Caputo, Angela Orlando, Valeria Palmiero, Ciro Cardillo, Rosaria Schettino, Caterina D’Addio, Marianna Confessore, Riccardo Calvanese, tutti casertani e napoletani e tutti provenienti da quell’inesauribile serbatoio rappresentato dal teatro.
Il film, girato tra i luoghi di Caserta, Casapulla, Curti e S.M.Capua Vetere, è diretto da Bruno di Marcello,casertano, mentre il direttore di produzione è Antonio Orlando.
Eccone brevemente la trama.
Una quindicina di persone si riuniscono, un sabato sera, in casa di parenti per una festa di fidanzamento.Tutto sembra filare liscio, in un’ atmosfera allegra fatta però anche di vecchi rancori che si finge di ignorare, un pò di pettegolezzi e qualche arrivo inaspettato, come quello dell'ex fidanzato della festeggiata e quello di una cugina che nessuno vedeva più da quindici anni.
Ma ad un tratto ecco l'imprevisto! Una lettera minatoria passa sotto la porta :"Non aprite che spariamo! ".
Sicuro che sia uno scherzo, il padrone di casa nonchè padre della sposa, apre. Si sente uno sparo e immediatamente l'uomo stramazza a terra, sanguinante.
La paura prende il posto dell'allegria, porte e finestre vengono sprangate. Da quel momento la nottata passa tra le goffe indagini di un poliziotto di famiglia aiutato da un amico: nuovi amori che nascono, inimicizie che si trasformano in amicizie, qualche confessione shockante, fino a quando, quasi all'alba, la sorellina della futura sposa scoprirà qualcosa che capovolgerà le sorti di quella strana nottata...

Diplomato in scenografia presso l’ Accademia di Belle Arti di Napoli, apprezzatissimo “compagno di viaggio” di Benedetto Casillo, Marisa Laurito e Mario Maglione, finalista del Premio Telese Terme “Nuovi talenti per lo spettacolo” condotto da Daniele Piombi e diretto da Nunzio Gallo, Vittorio Di Tommaso è attualmente responsabile del laboratorio teatrale dell’ I.S.A. di San Leucio con cui ha partecipato al Settembre al Borgo con la direzione artistica di Gigi Proietti.
E’ stato, inoltre, finalista del Premio Massimo Troisi ed eccellente vignettista dei principali quotidiani italiani ed ora del Corriere di San Nicola.
Gli mancava, insomma, solo questa esperienza! E, finalmente, ce l’ha fatta! La sua bravura è indiscutibile: non a caso è stato prescelto dal duo di Marcello-Orlando, che di celluloide se ne intendono e che rappresentano forse quanto di meglio oggi esiste al sud in tema di cinema indipendente e popolare, fatto di pochi mezzi e grandi idee.
Tutti a vederlo, nei panni del padre dello sposo, tra qualche settimana al San Marco di Caserta.


© Copyright Corriere di San Nicola. 2000, 2003 - Tutti i diritti sono riservati.