Cerca nei Numeri Cartacei del Corriere di San Nicola
numeri precedenti -
Numero Storico 32 - Dicembre 2005 - Home 6 luglio 2022 22:03:42

"Umilta' e unita' per scalzare il reuccio!"
Udc: importante incarico a Carlo D’Andrea
D’Andrea contro i soliti noti...
"L’Amministrazione... dei gabbiani"
La nuova mappa del potere










Dura protesta di Roano: “per il megaparcheggio interrato si sono abbattuti alberi secolari!”
Scempio ambientale in Via San Cosma

“E’ in atto, nell’area cittadina racchiusa fra le vie SS. Cosma e Damiano, Via Leonardo da Vinci e via Appia, l’ennesimo scempio ambientale che stravolgerà ancora una volta il volto di San Nicola la Strada”.
Lo ha  dichiarato Antonio Roano, portavoce dei Verdi sannicolesi, che ha così precisato: “Nel vallone racchiuso fra le dette vie hanno già eliminato piante vecchie di decenni che rappresentavano, seppur lasciate a se stesse, l’ultimo verde selvaggio esistente in città. Ma ciò che fa più rabbia è che l’amministrazione comunale ha concesso un’autorizzazione a costruire, stavolta, non già altri palazzi per civili abitazioni, ma un mega-parcheggio interrato, con scale che lo collegheranno a via SS. Cosma e Damiano, con annesso edificio per uffici, essendo la zona contraddistinta nel Piano Regolatore Generale come zona D4”.
Per Roano, insomma, sempre in prima linea in tutte le questioni che riguardano l’ambiente e la vivibilità di San Nicola, si tratta di un’ulteriore decisiva spallata verso la completa cementificazione territoriale.
Non si sono fatte sentire, sinora, in merito a questa problematica, oltre che sugli sviluppi della vicenda Lo Uttaro, tutte le associazioni ambientaliste, dal WWF a Italia Nostra e alle segreterie dei partiti, per le quali si registra un netto rallentamento negli ultimi tempi, dopo le marce e le proteste dei mesi preestivi. 
Nell’area di Via SS. Cosma e Damiano, per la cronaca, oggetto di intensa attività cementizia, è attualmente attivo il nuovo centro commerciale denominato “Leonardo”, che comprende ipermercati ed uffici. Lo spazio destinato a parcheggio delle autovetture è sicuramente insufficiente, per cui è presumibile supporre che la costruzione del parcheggio interrato servirà a rendere più appetibile la frequentazione del centro stesso. Un vero e proprio regalo a discapito del verde.

Ndp


 
© Copyright Corriere di San Nicola. 2000, 2003 - Tutti i diritti sono riservati.