Cerca nei Numeri Cartacei del Corriere di San Nicola
numeri precedenti -
Numero Storico 32 - Dicembre 2005 - Home 27 gennaio 2022 06:27:34

"Umilta' e unita' per scalzare il reuccio!"
Udc: importante incarico a Carlo D’Andrea
D’Andrea contro i soliti noti...
"L’Amministrazione... dei gabbiani"
La nuova mappa del potere










Le sette telecamere che dovrebbero monitorare le principali zone e piazze di San Nicola per garantire più sicurezza ai cittadini sono ancora spente…
In attesa di zoom e primi piani…

Sono iniziati, ma non proseguono, i lavori per l’allestimento della videosorveglianza. Si è, dunque, ancora in attesa che entrino nel vivo i provvedimenti rivolti alla sicurezza del territorio, che da anni tutte le forze politiche e sociali sollecitano all’amministrazione comunale, spinte dal proliferare vertiginoso di atti delinquenziali che si sono tradotti, specialmente negli ultimi tempi, in rapine, scippi, furti e incendi dolosi. Con queste opere, si istituirà in alcune zone della città, considerate più a rischio, un impianto per la sicurezza ed il monitoraggio del territorio con servizio di videosorveglianza, nel rispetto della normativa sulla riservatezza e delle disposizioni del garante sulla privacy, finalizzato a rilevare flussi di traffico, fornire informazioni sulla viabilità e, soprattutto, situazioni di pericolo o azioni di microcriminalità che possono turbare la sicurezza degli abitanti. La realizzazione del sistema di videosorveglianza, che prevede l’installazione di sette telecamere, è stata affidata alla società Mega Italia S.p.A con sede in Torbole Canaglie (BS). Le zone che saranno sottoposte a videocontrollo sono Piazza Parrocchia, Piazza Municipio, Piazzale Campo Sportivo, Piazza Matilde, Piazza Perlasca e Piazza Rotonda (dove saranno impiantate due telecamere).

ndp


 
© Copyright Corriere di San Nicola. 2000, 2003 - Tutti i diritti sono riservati.